Stacks Image 79
Il testo che segue è stato estratto da INFOSENIOR n. 24 (ottobre-dicembre 2019)




PROGRAMMI DI DIAGNOSI PRECOCE: QUALI SONO LE NOVITÀ?

  1. Un programma per una nuova fascia di età Il nuovo programma messo a disposizione degli uomini e delle donne di età compresa tra 18 e 44 anni porta a otto il totale dei programmi offerti, secondo l'età/il sesso, agli affiliati - in servizio o titolari di una pensione (v. di seguito i modelli dei programmi).

  2. Consultazione iniziale, esami e consultazione di chiusura
    Ogni programma di diagnosi precoce inizia con una prima consultazione, durante la quale il medico fa il punto degli accertamenti necessari secondo la storia clinica della persona, e si conclude con una consultazione finale, durante la quale il medico fa il punto sull'insieme dei risultati.

    Queste consultazioni possono essere effettuate presso il medico del centro riconosciuto o presso il proprio medico, a scelta. Consigliamo di scegliere lo stesso medico per entrambe le consultazioni. È preferibile scegliere un centro riconosciuto, che offre la gamma completa di tutte le prestazioni, comprese le consultazioni iniziali/di chiusura.

  3. Presentazione strutturata degli esami
    All'interno di ogni programma, gli esami sono ora suddivisi in due categorie (tranne i programmi specifici 1 GIN e 2 GIN). La prima categoria riunisce tutti gli esami standard; la seconda quelli facoltativi che possono essere prescritti. Spetta al medico stabilire, durante la consultazione iniziale, a quali esami standard o facoltativi dovrà sottoporsi la persona, in funzione della sua storia clinica. Alcuni degli esami facoltativi sono soggetti ad autorizzazione preventiva, la quale va richiesta anche nel caso in cui il medico prescriva un accertamento che il programma non prevede né come esame standard né come esame facoltativo.

  4. Invito e relativi allegati
    Gli interessati che chiedono la lettera di invito per un programma di diagnosi precoce ricevono ora i documenti seguenti:
    • la lettera di invito che precisa se si tratta di un invito "con fatturazione diretta – centro riconosciuto" (fatture inviate direttamente all'RCAM in caso di scelta di un centro riconosciuto) oppure "senza fatturazione diretta" (se è stata scelta una struttura non convenzionata). La lettera di invito contiene spiegazioni sia per il centro che per la persona che si sottopone al programma;
    • una nota destinata al medico che effettuerà la consultazione iniziale/di chiusura, che spiega il contesto dei programmi di diagnosi precoce dell'RCAM e fornisce utili informazioni;
    • l'allegato 1, ossia il programma di diagnosi precoce per la fascia di età/sesso dell'interessato(a), che deve essere compilato e firmato dal medico e dell'interessato(a);
    • l'allegato 2, ossia la dichiarazione di partecipazione, che deve essere firmata dell'interessato(a).

  5. Il ruolo e le responsabilità di ciascuno
    La documentazione trasmessa con ciascuna lettera di invito precisa anche il ruolo e le responsabilità di ciascuno: l'interessato(a), il centro di diagnosi precoce, il medico prescrittore, l'RCAM. Ad esempio, se la persona rifiuta di sottoporsi a uno degli esami prescritti, potrà indicarlo per iscritto in un apposito spazio ora previsto nel modulo. Consigliamo di leggere attentamente tutti i documenti che saranno allegati alla lettera di invito.

  6. I centri riconosciuti
    L'RCAM continua ad adoperarsi per firmare una convenzione con il massimo numero possibile di centri nel massimo numero possibile di Stati membri.

    L'elenco dei centri riconosciuti viene aggiornato man mano che si perfezionano le convenzioni. Peraltro, se l'interessato(a) non trova un centro riconosciuto nel suo Stato di residenza, potrà usufruire del programma presso una struttura non convenzionata (ossia un centro non riconosciuto), pagare le prestazioni e chiederne successivamente il rimborso. Attenzione però: si tratta di prestazioni soggette ai massimali pubblicati nella pagina dedicata ai programmi di diagnosi precoce (My IntraComm > Personnel > Santé > Santé préventive > Programmes de dépistage).

    Resta inteso che l'interessato(a) è libero(a) di scegliere di usufruire del programma di diagnosi precoce presso un centro riconosciuto di uno Stato diverso da quello di residenza.

DA QUANDO I NUOVI PROGRAMMI?

  • I nuovi programmi sono in vigore dal 1° ottobre 2019.

E PRIMA DEI NUOVI PROGRAMMI?

Se avete un invito emesso (e recante una data compresa) tra il 28.2.2019 e il 4.9.2019 e un appuntamento per iniziare il programma prima dell'1.11.2019: presentatevi all'appuntamento e sottoponetevi al programma.

Se la situazione è diversa, esistono due possibilità:

  • tenere l'appuntamento previsto e sottoporsi al programma,
  • oppure prendere conoscenza delle informazioni sui nuovi programmi e chiedere quindi un nuovo invito per i nuovi programmi/nuovi centri manifestando il proprio interesse come segue:
    • personale in servizio:
      • tramite Staff Contact (cliccando su "Contactez-nous"/"Contact us" a destra nella pagina del portale SMP Dépistage/Health screening )
    • personale non in servizio:
      • tramite Staff Contact (cliccando su "Contactez-nous"/"Contact us" a destra nella pagina del portale SMP Dépistage/Health screening ),
      • oppure tramite RCAM Dépistage/JSIS Health screening - Tel.+32 2 29 53866 (dalle 9.30 alle 12.30)

Disposizione temporanea straordinaria

Le persone con sede di servizio o residenza nel Regno Unito o in un paese scandinavo, laddove manchino ancora centri riconosciuti e risulti difficoltoso o impossibile ottenere un appuntamento con un medico o effettuare accertamenti nell'ambito di un programma di diagnosi precoce, possono comu (1)nque rivolgersi a uno dei centri elencati (specializzati) e chiedere di effettuare l'intero programma. Se non è possibile eseguirlo integralmente, gli interessati possono sottoporsi al numero massimo possibile degli esami previsti dal programma nonché a quelli dello stesso tipo/con la stessa finalità che verranno loro proposti. Gli interessati dovranno pagare tutte le spese e successivamente chiederne il rimborso tramite il modulo cartaceo.

In questa situazione l'RCAM, qualora consideri ragionevoli le spese presentate, dimostrerà flessibilità e sollecitudine in relazione al rimborso.


Image

SEDI

Roma (sede centrale)
Via IV Novembre 149 - 00187 ROMA
Tel.: +39 06 69 99 9252 / Fax: +39 06 69 92 1310
E-mail:
roma@aiace-italia.eu

Ispra (delegazione)
Via Esperia 467 - 21027 ISPRA (VA)
Tel.: +39 0332 78 9200 / +39 0332 78 5433
Fax: +39 0332 789041
E-mail: ispra@aiace-italia.eu

SHARE

Mail
Facebook
Instagram

Questo sito fa uso di tecnologie "cookies" al fine di comprendere l'utilizzo che ne viene fatto, per migliorare la qualità dei servizi offerti. Utilizzando il sito, acconsenti all'utilizzo di queste tecnologie, come descritto nel documento della nostra politica sull'uso dei cookies.

OK
© 2019-2020 Aiace Italia - invia un email